5 fattori sorprendenti che rallentano il metabolismo

5 fattori sorprendenti che rallentano il metabolismo

Ti alleni regolarmente, segui una dieta equilibrata, mangi quattro o cinque pasti al giorno, eviti lo stress, bevi molta acqua. Tuttavia, il tuo peso è fermo o, peggio, stai ingrassando? Ciò potrebbe essere dovuto a uno dei motivi poco conosciuti per cui il tuo metabolismo rallenta nonostante i tuoi migliori sforzi.

Alcuni fattori che influenzano il tasso metabolico sono completamente indipendenti dalla persona . Con l’avanzare dell’età, il nostro metabolismo rallenta perché ci sono sempre meno muscoli che controllano il metabolismo. Nelle donne, il metabolismo è quasi il 7% più lento rispetto agli uomini, il motivo è che gli uomini hanno un tessuto muscolare molto più sviluppato . Anche i geni sono importanti. Probabilmente tutti conoscono persone che mangiano quello che vogliono, in qualsiasi quantità e indossano la taglia S, mentre altri mangiano quasi aria e hanno ancora difficoltà a mantenere il peso. Per tutti gli altri, è una scelta di vita .

Mancanza di esercizio fisico , digiuno, pasti irregolari, colazione saltata, poca acqua, stress sono le cause più comunemente riportate di un metabolismo lento. Succede però che chi non ha i suddetti peccati sulla coscienza si lamenti di problemi con l’aumento del metabolismo o con il mantenimento del suo ritmo attuale. Ecco un elenco degli incredibili errori che a volte commetti, inconsapevolmente, anche quando pensi di avere a cuore la tua salute.

Restrizione sui prodotti lattiero-caseari

Se per qualche motivo escludi uova, yogurt, formaggio o ricotta dalla tua dieta, non fornirai ai muscoli il loro elemento costitutivo principale, ovvero le proteine. E sono i muscoli in primis ad accelerare il metabolismo , perché in ogni momento (anche a riposo) hanno bisogno di energia per lavorare e recuperare. Inoltre, le proteine ​​sono più difficili da digerire per il corpo rispetto ai carboidrati e ai grassi, quindi ha bisogno di più energia per metabolizzare (per farlo bruciano più calorie). L’effetto delle proteine ​​sul metabolismo è stato studiato dagli scienziati dell’Università canadese di McMaster. Hanno testato due gruppi di donne e hanno scoperto che coloro che mangiavano tre o sette porzioni di latticini al giorno bruciavano più grasso e guadagnavano più massa muscolare rispetto alle loro controparti a cui erano state somministrate meno proteine. L’assunzione giornaliera raccomandata di proteine ​​per un adulto è di 0,8-1 grammi per chilogrammo di peso corporeo. I nutrizionisti consigliano di mangiare tre piccoli pasti al giorno : possono essere, ad esempio, yogurt, uova, tofu, quinoa, legumi, pesce.

Allenamento cardio

Mentre qualsiasi attività fisica aumenta il metabolismo , alcuni tipi di esercizi sono meno efficaci di altri. Gli esercizi cardio (ciclismo, corsa, nuoto) hanno molti vantaggi : migliorano la forma fisica e la resistenza, rafforzano il cuore, riducono il livello di colesterolo “cattivo” . Sfortunatamente, influenzano il metabolismo in misura minore: lo aumentano principalmente durante l’esercizio. Pertanto, vale la pena combinare l’allenamento cardio con l’allenamento della forza.Perché l’allenamento con i pesi aiuta a costruire massa muscolare. Tuttavia, il campione nella mobilitazione del nostro metabolismo è l’interval training. Frequenti cambi di ritmo ad intervalli provocano un’accelerazione del metabolismo e, cosa importante, questo effetto dura fino a 24 ore dopo la cessazione dell’attività fisica (con cardio dopo poche ore). E quanto tempo hai bisogno di allenarti per far funzionare il tuo metabolismo e liberarti di zavorre inutili ? Lo zelo eccessivo non porta a risultati. Ricercatori presso la City University di New York scoperto che il corpo si abitua alla durata dell’allenamento e nel tempo cambia il metabolismo in modo tale da bruciare meno calorie di quanto ci si potrebbe aspettare. Ciò è stato confermato dai risultati dei test su 300 uomini e donne. Le persone fisicamente più attive bruciavano lo stesso numero di calorie di quelle che facevano esercizio fisico moderato.

Eliminare i carboidrati dalla tua dieta

Se riduci drasticamente l’assunzione di carboidrati per dimagrire, mentre ti alleni allo stesso tempo, i miracoli non accadono : il nostro metabolismo rallenterà. E ancora si tratta di muscoli, per i quali lo zucchero è la principale fonte di energia. I muscoli li trattengono perché è impossibile farne a meno, soprattutto con uno sforzo maggiore. Questo è chiamato glicogeno muscolare. Se il corpo non ha abbastanza carboidrati, inizia a trarre energia non dai grassi, ma dal glicogeno . Di conseguenza, i muscoli diventano sempre più deboli, ce ne sono meno. Di conseguenza, vengono bruciate meno calorie durante e dopo l’allenamento perché il corpo non ha più bisogno di tanta energia per rigenerarsi come prima.Il metabolismo rallenta. Pertanto, dovresti includere carboidrati complessi nella tua dieta, come verdure, riso integrale o pane integrale.

Mancanza di sonno salutare

I risultati di uno studio sull’effetto del sonno sul metabolismo, condotto da scienziati di Uppsala, in Svezia , sono stati sorprendenti . 14 studenti sono stati testati per diversi giorni e sono stati divisi in tre gruppi: i volontari hanno dormito dalle sette alle otto ore nel primo gruppo, brevemente nel secondo e non hanno dormito affatto nel terzo. Hanno misurato quanto hanno mangiato durante questo esperimento, la loro glicemia, i livelli ormonali e il tasso di consumo calorico. Uno studio mostra che anche una notte insonne riduce significativamente il dispendio energetico.negli individui sani, suggerendo che il sonno ha un impatto importante sul metabolismo diurno. Gli scienziati hanno calcolato che negli studenti privati ​​del sonno, il tasso di alcuni processi metabolici, come la respirazione e la digestione, è diminuito dal 5 al 20 percento al mattino rispetto al sonno diurno. Non è ancora noto se le persone che soffrono di insonnia corrono il rischio di rallentare il proprio metabolismo per un periodo più lungo . Chi di solito dorme poco è sicuramente a rischio. La conclusione è semplice: riposare la notte è una buona idea, perché esercizio fisico e dieta potrebbero non essere sufficienti.

Carenza di iodio

A volte il metabolismo rallenta, nonostante l’ esercizio fisico non ci manchi , e la dieta che seguiamo sembra contenere tutti gli ingredienti necessari alla salute. Una causa molto probabile potrebbe essere la mancanza di iodio, perché fino alla metà della popolazione soffre della mancanza di questo elemento. Troppo poco iodio porta al fatto che la tiroide non secerne la giusta quantità di ormoni che stimolano il metabolismo: tiroxina (T3) e triiodotironina (T4). Ciò comporta, in particolare, un rallentamento del metabolismo. Quindi, se stiamo sperimentando un aumento di peso ingiustificato combinato con affaticamento, insonnia e cattivo umore, possiamo sospettare che la nostra ghiandola tiroidea non funzioni correttamente.. In una situazione del genere, vale la pena rivedere la tua dieta e controllare se non c’è abbastanza pesce di mare, verdure, che sono le principali fonti di iodio. Regolare il menu secondo necessità, tenendo presente che l’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia 150 microgrammi di iodio al giorno . Se, tuttavia, dopo alcune settimane la tua salute e la circonferenza della vita non cambiano, dovresti contattare un terapista o un endocrinologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *