Abbigliamento per lo Yoga

Abbigliamento per lo Yoga, come scegliere?

Imparare lo yoga è facile. La maggior parte delle tecniche ti consente di iniziare ad allenarti con qualsiasi livello di forma fisica. Tutti gli yogi, che abbiano optato per gli allenamenti a casa o siano sotto la guida di un istruttore esperto a scuola, hanno bisogno della giusta organizzazione. È lei che influisce in gran parte sul risultato finale. E il primo elemento di un semplice algoritmo di azioni che aiuta a raggiungere l’efficacia ei benefici dell’allenamento è la scelta dell’abbigliamento.

Il fatto è che alcune posizioni yoga richiedono una notevole destrezza, forza e allungamento per essere eseguite. Perfezionare, ad esempio, la posa di un cane o di un cammello è di per sé abbastanza difficile. Ma fare l’esercizio diventa ancora più difficile se non indossi abiti comodi. Allo stesso tempo, non solo il corpo è coinvolto nel processo, ma anche la mente e la creazione. Niente dovrebbe distrarre dalla meditazione e dall’esecuzione di asana. Ecco perché è così importante scegliere il giusto abbigliamento per lo yoga. Di questo tratta il nostro post di oggi. Da esso imparerai:

  1. Principi di base per la scelta dei vestiti per lo yoga.
    • Set da yoga per uomo.
    • Set da yoga per donna.
    • Hai bisogno di scarpe?
  2. Abbigliamento per lo yoga.
  3. La scelta della composizione del tessuto.
  4. Scegliere il colore dei vestiti per lo yoga.
  5. Raccomandazioni aggiuntive.

La base della scelta dell’abbigliamento maschile e femminile per lo yoga è il comfort e la praticità. Non c’è niente di peggio che essere distratti da cuciture e etichette pruriginose, una manica tirata su, pantaloni che scivolano, polsini troppo stretti, spalline che tagliano le spalle o un petto sporgente quando sei in posizione capovolta. Dovresti anche prendere in considerazione le specifiche dello stile di yoga a favore del quale viene fatta la scelta. Ogni pratica ha le sue caratteristiche. Alcuni hanno tecniche di respirazione per cambiare lo stato di coscienza. Altri praticano i blocchi energetici, la concentrazione della vista e l’attenzione. Altri ancora creano un’enfasi sullo sviluppo del tessuto connettivo, rafforzando le articolazioni, i legamenti, i tendini della parte superiore e inferiore. Pertanto, una consultazione preliminare con il maestro aiuterà inoltre a determinare la scelta dei set di abbigliamento.

Ma, come per altri sport, ci sono raccomandazioni generali per la scelta dell’attrezzatura per lo yoga:

  1. Gli indumenti devono respirare liberamente, rimuovere i fumi e non irritare la pelle.
  2. Può adattarsi al corpo, ma non dovrebbe vincolare i suoi movimenti e interferire con l’implementazione degli esercizi di ampiezza.
  3. Idealmente, la parte superiore e inferiore dovrebbero consentire di vedere la tensione muscolare per correggere la postura nel tempo.

Set da yoga per uomo

Un tipico guardaroba da yoga per uomo dovrebbe essere composto da capi comodi e non restrittivi. Come fondo, puoi usare:

  • ghette;
  • pantaloncini sportivi morbidi (senza cerniere, cinture, chiusure);
  • pantaloni della tuta con cavallo basso o pantaloni harem;
  • pantaloni della tuta dal taglio dritto, vita media o alta con polsini in maglia.

Come top, usa normali magliette o giacche senza maniche. Allo stesso tempo, per alcuni tipi di pratiche, la parte superiore e inferiore dovrebbero essere tagliate a mano, per altri, le opzioni aderenti con una buona elasticità saranno più comode.

Set da yoga per donna

Un tipico guardaroba di abbigliamento da yoga femminile può essere costituito da set già pronti, in cui la parte superiore e inferiore sono abbinati nello stesso stile e colore, o autocomposti. Quest’ultima opzione ti consente non solo di esprimere la tua individualità, ma di scegliere i vestiti più adatti ai tuoi parametri individuali.

Come fondo, puoi usare:

  • calzoni;
  • pantaloncini morbidi;
  • leggings o leggings;
  • pantaloni a compressione;
  • pantaloni della tuta dal taglio dritto e libero;
  • pantaloni della tuta a cavallo basso o pantaloni afgani.

Come top, puoi usare semplici top, magliette, tuniche. La parola “semplice” significa – vestiti senza elementi decorativi e decorazioni.

IMPORTANTE!

Ancora una volta, vogliamo concentrarci sul fatto che l’opzione migliore per il fondoschiena per uomini e donne saranno gli abiti che non nascondono la silhouette delle gambe. Questa categoria comprende calzoni, pantaloncini, leggings e leggings. Ti permettono di controllare la posizione di gambe, ginocchia, fianchi, bacino.

Le scarpe sono necessarie per lo yoga?

La tradizione dice che è consuetudine praticare lo yoga a piedi nudi. In primo luogo, rinforza i piedi (quei muscoli delle gambe che sono inattivi quando si indossano le scarpe sono coinvolti). In secondo luogo, a piedi nudi esegui gli asana tecnicamente in modo più corretto (e alcune posizioni richiedono di afferrare la punta del piede – questo non è conveniente con i calzini). E, in terzo luogo, un piede nudo stimola meglio le terminazioni nervose, il che consente al corpo di comprendere il corretto equilibrio e la posizione del corpo.

IMPORTANTE!

Quando si tratta di indossare i calzini, segui i tuoi sentimenti interiori. Se hai freddo, sei preoccupato per la cura delle tue dita, fai un allenamento di gruppo e vorresti proteggerti dai funghi o per altri motivi, usa i calzini. I migliori saranno i modelli con dita separate in materiale igroscopico con protezioni in silicone sul piede.

Tuttavia, avrai bisogno di scarpe se stai facendo yoga in studio. È necessaria per visitare il bagno, camminare dallo spogliatoio all’ingresso, spostarsi nello studio. Saranno comode lavagne, sandali, ballerine, pantofole.

2. STILI DI ABBIGLIAMENTO

Lo stile dell’abbigliamento per lo yoga dovrebbe essere il più semplice possibile: un minimo di cuciture e dettagli inutili. La preferenza dovrebbe essere data all’attrezzatura con cuciture piatte in jersey elastico. Tali vestiti non causano disagio durante le lezioni, offrono il massimo livello di libertà e consentono di controllare la corretta esecuzione della tecnica asana.

Per evitare imbarazzo durante gli asana difficili, mantieni i fermagli e le decorazioni al minimo. Questi ultimi possono essere presenti sui vestiti sotto forma di una stampa e non sono desiderabili come elementi decorativi separati. Evita le cinghie sottili o le cravatte complicate intorno al collo: possono scavare nella pelle, rendendo impossibile eseguire lunghi asana. La tuta da yoga da donna deve essere completata con un comodo reggiseno sportivo che fissi correttamente il petto. Le scollature profonde non sono le benvenute.

3. MATERIALE DI ABBIGLIAMENTO YOGA

La più popolare è la composizione naturale: cotone, lino, viscosa. Ma non nella sua forma pura, ma con l’aggiunta di una piccola percentuale di lycra o elastan. Questa composizione ha le migliori proprietà dei tessuti naturali e sintetici. L’abbigliamento traspira, assorbe il sudore e lo rimuove all’esterno, ha elasticità e non si stropiccia così tanto. E la naturalezza del tessuto a livello psicologico aiuta a sintonizzarsi in armonia con il mondo esterno. Inoltre, tali cose non provocano irritazioni sulla pelle, non interferiscono con la termoregolazione e lo scambio di energia.

4. COLORE ABBIGLIAMENTO YOGA

L’obiettivo principale di un praticante di yoga è l’illuminazione, l’unificazione di spirito, mente e corpo. Le pratiche aiutano a conoscere se stessi e le proprie capacità, a ritrovare la completa armonia della salute fisica e della bellezza morale e spirituale. Inoltre, è un modo efficace per neutralizzare la depressione e lo stress, o semplicemente per rilassarsi e distendersi. Le tonalità di abbigliamento scelte correttamente migliorano il risultato della pratica. La preferenza è data a bianco, nero, marrone, verde, blu, giallo, ovvero colori e sfumature naturali. I colori eccessivamente accesi sono accettabili solo se ti motivano e ti tirano su di morale.

Bianco, nero e verde sono i più versatili. Il primo evoca alti sentimenti e aspirazioni in una persona. Il secondo – parla dell’intenzione di dedicare molti sforzi al percorso scelto. E il terzo è il colore dell’armonia e dell’energia della natura stessa. Il viola è buono per la meditazione e il rosso è buono per le attività attive. Il giallo e l’arancione sono i colori del sole e dell’allegria. Sono ideali per eseguire asana classiche. Mentre il blu è il più versatile: è adatto a qualsiasi pratica.

Se vuoi massimizzare la concentrazione mentre ti alleni, presta attenzione a come il colore dei tuoi vestiti si abbinerà all’arredamento della tua casa o della palestra in cui ti alleni. A proposito, alcune pratiche hanno i loro colori tradizionali, e questo dovrebbe essere preso in considerazione anche quando si scelgono i vestiti per lo yoga.

5. ULTERIORI CONSIGLI PER LA SCELTA E LA CURA DEI TUOI ABBIGLIAMENTO YOGA

Se stai appena iniziando a padroneggiare questa antica arte, scienza e filosofia, non acquistare cose costose per le tue prime lezioni di yoga. Avrai sempre tempo per comprare diversi set di vestiti un po’ più tardi, quando capirai che la dottrina dell’unità del corpo, della mente e dell’anima è tua.

Alcuni suggerimenti aggiuntivi per la scelta dei vestiti per lo yoga:

  • Quando scegli un top e un bottom, lasciati guidare non dalle tendenze della moda, ma dai tuoi sentimenti di percezione del colore e della forma. Si ritiene che un abito scelto in modo errato possa interferire con lo scambio di energie, impedire il raggiungimento dell’armonia con il mondo.
  • Scegli i vestiti solo dopo aver deciso lo stile di pratica, poiché ogni pratica ha i suoi requisiti di abbigliamento.
  • Le cose dovrebbero essere funzionali, convenienti e comode. Se non interferiscono con l’esecuzione di asana, concentrazione e meditazione, i vestiti vengono scelti correttamente.
  • Per le lezioni, puoi scegliere una maglietta o una maglietta. È meglio rifiutare i modelli con le maniche: interferiscono con i movimenti delle mani.
  • I top corti possono essere utilizzati nella stagione calda o in una stanza con una temperatura confortevole (solo perché sei sdraiato su un materassino non è una garanzia contro il raffreddore).
  • La parte superiore troppo ampia è scomoda quando si eseguono curve o asana nella posizione capovolta: i vestiti si alzeranno.
  • Se ti alleni all’aperto e la pratica è lunga, usa uno strato di indumenti extra (felpa, giacca di pile) – non permetterà al corpo di raffreddarsi.
  • Una normale tuta sportiva non è la soluzione migliore per le normali lezioni di yoga: è scomodo allungarsi.
  • Anche i pantaloni sportivi dal taglio dritto senza polsini e pantaloncini larghi non sono l’opzione migliore per l’allenamento di gruppo: quando le asana invertite, espongono il corpo e la biancheria intima.
  • Non prendere vestiti sintetici ordinari (non sportivi). Non permetterà alla tua pelle di respirare liberamente, il che ridurrà significativamente l’efficacia della pratica.
  • Scegli tra abbigliamento sportivo a base di cotone. Per i tessuti misti, il seguente rapporto è il più ottimale: 90-85% fibre naturali, 10-15% sintetiche. Questa composizione conferisce all’abbigliamento il comfort e la funzionalità necessari per lo yoga.
  • Prova sul set, assicurati che la taglia corrisponda alla tua. Quindi posizionati davanti allo specchio e fai alcuni esercizi di ampiezza (inclinazioni, giri, braccia ondeggiate, affondi in diverse direzioni). Assicurati che le cose non salgano e non ostacolino i movimenti e che le cuciture non portino disagio.
  • Le donne dovrebbero prendersi cura del supporto del busto. Per i seni piccoli, è l’ideale scegliere un top a compressione o aderente, per i proprietari di seni grandi – incapsulati combinati
  • La cura dell’abbigliamento è necessaria dopo ogni allenamento, soprattutto se è troppo attivo. Per eliminare l’odore del sudore, sciacquare i vestiti dopo il lavaggio con l’aggiunta di un cucchiaio di aceto. I vestiti avranno un aspetto e un odore fresco.

Lo yoga è la fonte della giovinezza.

E tu sei giovane quanto la tua spina dorsale è flessibile. Pratica e tutto verrà.

lo Yoga

20 commenti su “Abbigliamento per lo Yoga, come scegliere?

  1. I quite like reading a post that will make people think.
    Also, thanks for permitting me to comment!

    my blog post :: rb888

  2. Hello there! I could have sworn I’ve visited your blog before but after looking at a
    few of the articles I realized it’s new to me. Nonetheless,
    I’m certainly happy I stumbled upon it and I’ll be bookmarking it and checking back
    frequently!

  3. I was more than happy to discover this great site.
    I wanted to thank you for your time due to this wonderful
    read!! I definitely liked every bit of it and I have
    you book-marked to see new things in your web site.

    My homepage :: charter yachts

  4. I do consider all the ideas you have introduced for your
    post. They are really convincing and can certainly work.
    Still, the posts are too short for beginners.

    Could you please lengthen them a little from subsequent time?
    Thanks for the post.

  5. Hmm it seems like your blog ate my first comment (it was extremely long) so I guess
    I’ll just sum it up what I had written and say, I’m thoroughly enjoying your blog.
    I too am an aspiring blog blogger but I’m still new to the whole thing.
    Do you have any tips for beginner blog writers?
    I’d definitely appreciate it.

  6. Pretty nice post. I just stumbled upon your blog and wanted to say that I have truly enjoyed surfing around your blog posts.
    In any case I will be subscribing to your feed and I hope you write
    again very soon!

  7. Hello! Quick question that’s completely off topic. Do you know
    how to make your site mobile friendly? My weblog looks weird when browsing from my iphone 4.
    I’m trying to find a template or plugin that might be able to correct this problem.
    If you have any suggestions, please share. With thanks!

  8. I every time used to study paragraph in news papers but now as I am a user of net so from now I am
    using net for articles or reviews, thanks to web.

  9. I almost never leave comments, but after reading some of
    the remarks on ABBIGLIAMENTO PER LO YOGA, COME SCEGLIERE?.
    I actually do have a couple of questions for you if it’s okay.
    Could it be only me or does it give the impression like a
    few of the remarks look like they are left by brain dead individuals?
    😛 And, if you are writing at other online sites,
    I’d like to keep up with you. Would you post a list of all of all your social pages like your
    Facebook page, twitter feed, or linkedin profile?

    Feel free to visit my website; Fusion Keto Gummies Review

  10. Pretty component to content. I simply stumbled upon your site and in accession capital to claim that I get actually enjoyed account your weblog posts.
    Anyway I’ll be subscribing in your feeds or even I achievement you
    get entry to persistently rapidly.

  11. This article provides clear idea in favor of the new people of blogging, that truly how to
    do blogging and site-building.

  12. I don’t even know how I ended up here, but I thought this post was good.
    I don’t know who you are but definitely you are going to a famous blogger if
    you are not already 😉 Cheers!

  13. You really make it seem so easy with your presentation but I find this topic to be really something that I think I would never understand.
    It seems too complicated and very broad for me.
    I’m looking forward for your next post, I’ll try to get the hang of it!

    Check out my site :: Blitz Keto Reviews

  14. I always spent my half an hour to read this blog’s articles or reviews everyday along with a cup of coffee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.